Erasmo da Rotterdam (Desiderius Erasmus Roterodamus) - scienziato, filosofo, scrittore della fine del XV - prima metà del XVI secolo.

  • Come ti sei glorificato?L'apparizione di questo pensatore segnò l'inizio dello sviluppo delle idee dell'umanesimo nel mondo europeo del Rinascimento.

Biggrafia

Erasmo da Rotterdam nacque il 28 ottobre 1469 (o 1467) nella città di Gouda, un sobborgo di Rotterdam.Gouda si trova all'incrocio delle strade da Rotterdam ad Amsterdam e da Utrecht a L'Aia (Den Haag).

Suo padre era figlio di ricchi borghesi, che si preparava alla professione di sacerdote. L'amore per una ragazza normale l'ha costretta ad abbandonare la sua carriera, ma gli amanti non si sono mai sposati e il bambino fuori dal matrimonio, di nome Gerrit Gerritszoon, è cresciuto ed è cresciuto con sua madre. Il nome dato alla nascita fu trasformato sotto l'influenza della lingua latina in Desiderius Erasmus. L'aggiunta di Rotterdam indica il luogo in cui visse il pensatore.

Erasmus ha frequentato la scuola elementare nella sua città natale, poi la scuola Geert Groot a Deventer, dove ha studiato letteratura antica.Dopo che all'età di 13 anni ha perso sia il padre che la madre, morti durante un'epidemia di peste, Erasmo finisce in un monastero.Questo è successo perché il bastardo in quel momento non poteva sperare di assumere alcun incarico importante e monetario.

Erasmo visse nel monastero dei monaci agostiniani dal 1486 al 1492, assumendo la dignità monastica nel 1492, studiando instancabilmente il latino e il greco antico, padroneggiando le scienze, leggendo opere filosofiche e artistiche dell'antichità, padroneggiando l'abilità di parlare in pubblico.

Erasmo sta facendo progressi, ed è invitato a servire come segretario, conducendo la corrispondenza del signore in latino, al vescovo della città di Cambrai, nel nord della Francia. E dal 1493 partì per Parigi e vi continuò la sua educazione fino al 1499. Una pietra miliare importante nella sua biografia è stata la sua conoscenza con Lord Mountjoy, che invita Erasmus in un viaggio congiunto a Londra. Lì Erasmo incontrò il grande filosofo utopico Thomas More, il filosofo teologo John Colet e il vescovo John Fisher.C'è un incontro con il futuro re d'Inghilterra, Enrico VIII (Enrico VIII).Da quel momento, sono stati stabiliti molti anni di amicizia e corrispondenza tra pensatori olandesi e inglesi.

Dal 1499, tornato in Francia, Erasmo viaggia: Orleans, Lovanio, Rotterdam. Nel 1505-1506, il sogno di Erasmo di girovagare per l'Italia si avvera: Torino (Turijn), Bologna (Bologna), Firenze (Firenze), Venezia (Venetië), Padova (Padova), Roma (Roma).Accolto con entusiasmo all'Università di Torino, insignito del diploma di Dottore in Teologia, fu salutato dallo stesso Papa (De Paus),permettendo di indossare abiti secondo le regole di quei paesi in cui Erasmus si trova.

Nel 1506, Erasmo si recò in Inghilterra, dopo aver ricevuto inviti ad insegnare a Oxford (Oxford) e Cambridge (Cambridge) e con l'appoggio del re Enrico VIII.

Avendo ricevuto contemporaneamente un invito a diventare professore a Oxford e Cambridge, Erasmus scelse Cambridge, poiché il suo simile John Fisher era il capo di questa università.Erasmo insegna greco antico e teologia basandosi sulla propria traduzione e interpretazione del Nuovo Testamento (Het Nieuwe Testament).

Questo approccio all'insegnamento della teologia era innovativo, poiché Erasmo da Rotterdam criticava teologi medievali come Thomas Van Aquino che citano la Bibbia senza considerare il significato di questo grande libro.

Nel 1511, Erasmo da Rotterdam ricevette il titolo di professore di teologia all'Università di Cambridge.

Nel 1513, il pensatore si trasferì in Germania, viaggiò molto in questo paese, nel 1515 tornò in Inghilterra e nel 1516 si stabilì a Basilea sotto il patrocinio di Carlo V d'Asburgo (Carl Spaans, Keizer Karel V Van Habsburg) ... Il filosofo viene assunto come consigliere del re con uno stipendio di 400 fiorini. Questa posizione ti consente di fare molta scienza, viaggiare: visite Erasmus Bruxelles (Bruxelles), Antwerpen (Antwerpen), Friburgo (Freiburg), ecc.

Il filosofo terminò i suoi giorni a Basilea il 12 luglio 1536.

opere d'arte

Parigi divenne la città della nascita delle prime opere di Erasmo da Rotterdam.Il primo libro pubblicato - "Adagia", una raccolta di aforismi e storie divertenti istruttive,compilato sulla base di libri di autori antichi. Questo libro ha portato fama all'autore in tutta Europa.

Nel 1501, apparve un trattato sul tema della religione e dell'etica intitolato "L'arma del guerriero cristiano", pubblicato nel 1504. Qui Erasmo ha mostrato quella che considera la cosa principale nella religione cristiana: non rituali eseguiti sconsideratamente, ma il costante miglioramento spirituale di una persona che si sforza di rispettare i comandamenti di Cristo.

L'opera centrale fu scritta durante un viaggio in Inghilterra nel 1509 - Praise of Folly, in cui criticava la teologia scolastica medievale.

L'Elogio della Stoltezza fu stampato a Parigi nel 1511 e fu ristampato 7 volte in un anno., durante la vita di un filosofo - più di 40 volte, e alla fine del XIX secolo - più di 200 volte, comprese le traduzioni in diverse lingue.

Il libro presenta la visione satirica dell'umanità dello scrittore con i suoi vizi, pregiudizi, errori, ripetuti di secolo in secolo e aventi un carattere universale e non hanno perso la loro attualità nel nostro tempo.

Un altro motivo della popolarità è il tono generale del libro, pieno di umorismo, ma non di sarcasmo, ironia, ma non di crudele denuncia, una sorta di ottimismo satirico.Il pezzo è diventato un'elegante parodia di Foolishness che elogia se stessa.Il libro del grande umanista è pieno di fede in una persona che può superare le sue mancanze.

Già nelle prime opere, Erasmo mostra l'unità in una persona dello scrittore, scienziato e filosofo. Le sue opere ebbero un enorme impatto sulle menti dei suoi contemporanei, portando all'autore il titolo di "Oracolo Europeo". Le opere letterarie e giornalistiche di Erasmo iniziano a modellare le opinioni, la posizione di vita di una persona nel XVI secolo.

Erasmo era in corrispondenza con diversi re (re d'Inghilterra Enrico VIII Tudor, re di Francia Francesco I di Valois; Hendrik VIII Tudor, Frans I van Valois, ecc.), con il Papa, con scienziati e statisti. Molti di questi dignitari gli hanno chiesto consiglio e sostegno.

Opere importanti compaiono nel 1515 e nel 1516: "L'ammonizione del sovrano cristiano" e "Lamento del mondo"... Questi libri esprimevano la protesta dello scrittore contro le guerre, la politica aggressiva degli Stati europei, l'inimicizia tra paesi e popoli, e rappresentavano un ardente appello alla pace.

Nel 1524 fu creato un trattato "Sul libero arbitrio", in cui si espresse contro le idee della Riforma. Nel 1533 apparve l'opera "On the Desired Church Consent", che invitava alla pace e al rispetto reciproco per i rappresentanti di diverse visioni e tendenze religiose. Nel corso di diversi anni, dal 1518 al 1533, fu realizzato il libro "Conversazioni facilmente", dedicato ai problemi della pedagogia.

Ciò che si è glorificato nella teologia e nella filologia

Erasmo da Rotterdam era uno scienziato versatile.La filologia divenne la prima direzione della sua ricerca. Sin da giovane si innamorò dei libri antichi, quindi si dedicò a collezionare, tradurre e interpretare le opere di scrittori antichi. Ad esempio, eseguì traduzioni e preparò la pubblicazione delle opere del famoso tragediografo greco antico Euripide, dell'antico satirico greco e del primo scrittore di fantascienza nella storia della letteratura, Luciano e altri.

Allo stesso tempo, scrive opere sull'antica lingua greca, esamina la fonetica di questa antica lingua. Molte delle conclusioni dello scienziato sono ancora rilevanti e sono alla base degli studi sulla lingua dell'antica Grecia.

Erasmo da Rotterdam

Una direzione importante era la teologia: lo studio scientifico dei testi del Vangelo e delle Epistole dei Santi Apostoli, la loro audace interpretazione. A malincuore, Erasmo pose i presupposti per l'emergere del movimento protestante all'interno della religione cristiana.

Un'altra direzione della ricerca dello scienziato è la pedagogia.Erasmo da Rotterdam è considerato il fondatore della pedagogia umanistica.Ha formulato le sue opinioni nelle opere "Sull'educazione iniziale dei bambini", "Sulle buone maniere dei bambini", "Conversazioni", "Metodo di insegnamento", "Il modo di scrivere lettere", ecc.

Idee di pedagogia umanistica

Fino ad ora, le dichiarazioni di Erasmo da Rotterdam sono leader nella teoria dell'educazione e dell'educazione:

  • La personalità non è un fenomeno innato, si forma sotto l'influenza dell'educazione;
  • La direzione più importante dell'educazione e dell'educazione è lo sviluppo intellettuale dell'individuo in combinazione con la formazione della moralità e delle credenze religiose, nonché lo sviluppo fisico;
  • Compito dell'educazione è rivelare le inclinazioni dell'allievo nella sua vigorosa attività, e soprattutto nel lavoro;
  • Ogni persona è degna di rispetto, quindi ha una volontà ed è oggetto di eventuali avvenimenti;
  • Una persona è responsabile delle sue azioni, ecc.

Erasmo è stato il primo a sottolineare che ogni bambino merita un atteggiamento attento e rispettoso, poiché è tutto un mondo che fonde la scintilla di Dio.Il filosofo si oppose alla violenza, a qualsiasi punizione utilizzata nel processo di insegnamento e di educazione, e espresse anche l'idea dell'istruzione pubblica generale obbligatoria.

Erasmo da Rotterdam

Interessanti sono le idee che l'educazione di un bambino dovrebbe essere iniziata all'età di 3 anni e fin dai primi passi dovrebbe essere scientifica.

Nelle fasi iniziali, dovrebbero essere studiate le lingue (latino e greco antico), poiché è in tenera età che il bambino impara rapidamente le lingue.L'insegnamento ai bambini piccoli dovrebbe essere costruito in una forma che sia piacevole per il bambino e comprensibile per lui, offrendo al bambino un gran numero di compiti di memorizzazione.

Qualsiasi educazione dovrebbe essere basata sul rispetto reciproco e sull'amore tra insegnante e studente.

Idee del grande umanista

Erasmo da Rotterdam si distingueva per vivacità e mobilità, ottimismo di vita, apertura e socievolezza, interesse nell'imparare cose nuove.Si è rivelato essere una delle persone che non sono attaccate a nessun paese.... Non si sentiva né olandese, che era di nascita, né tedesco, che era nel luogo di residenza e di servizio. Si riconosceva cittadino del mondo, trattava tutti i paesi allo stesso modo. Non attribuiva importanza alla nazionalità di una persona e considerava l'antica Grecia e Roma le più vicine a se stesso nello spirito.

Questa appartenenza a tutti i paesi e non a uno allo stesso tempo, a quanto pare, lo condusse a Basilea, che aveva lo status di città fuori dagli stati e fuori dalla politica.

Per tutta la vita, Erasmo da Rotterdam fu fedele alle sue opinioni sulla struttura della società e della religione, non divenne un sostenitore di nessuno dei movimenti di riforma nella chiesa. L'integrità delle sue opinioni, il desiderio di pace e di rispetto reciproco ne fecero una grande figura che proclamava le idee del vero umanesimo.

Citazioni

  1. La natura saggia è ammirevole, all'infinito e rende tutti uguali.
  2. La lingua è il mezzo più efficace per raggiungere la comprensione reciproca e la pace.
  3. Non esiste un mondo così imperfetto che sarebbe peggio di qualsiasi guerra brillantemente vinta!
  4. I governanti hanno un potere più potente dell'illuminazione, ascoltano più le voci dell'avidità che della mente.
Si prega di valutare questo articolo
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (410stime, media:4,52su 5)
Caricamento in corso...