Delft (Delft) è la prima capitale dei Paesi Bassi: questa città fu scelta come residenza da Guglielmo d'Orange, che guidò la rivolta contro gli spagnoli nel XVI secolo. Quando il principe fu ucciso dai cospiratori, fu sepolto in una delle chiese locali, Nieuwe Kerk. Da allora, i rappresentanti defunti della famiglia reale olandese sono stati sepolti in questa attrazione.

Geografia

Delft si trova nella provincia dell'Olanda Meridionale (Zuid-Holland), tra due grandi città olandesi -Rotterdam(Rotterdam) eL'Aia(Den Haag). Delft dista 16 km dalla prima città e 11,5 km dalla seconda. Se guardi la mappa, puoi vedere che Amsterdam, la capitale dei Paesi Bassi, si trova a 68 km da Delft.

L'area di Delft è di 24,08 km2, con circa 100 mila abitanti. Tra questi - 70 % olandesi, 25% - indiani, turchi, surinamesi, marocchini, cinesi.

Il fiume Schie scorre attraverso la città. Nella parte meridionale di Delft, si chiama Delftse Schie, nella parte settentrionale si trasforma in Rijn-Schiekanaal. Come in molte città dei Paesi Bassi, qui sono stati scavati molti canali, ma solo alcuni di essi sono utilizzati per la navigazione.

Storia

La storia di Delft può essere divisa in due periodi. Il primo è l'emergere di un insediamento, la fornitura di diritti di città ad esso e la partecipazione alla lotta per l'indipendenza dei Paesi Bassi. Il secondo è la storia moderna, quando Delft da una città commerciale sviluppata si trasformò nel principale centro per la creazione di alte tecnologie nel paese.

Storia antica

Il nome Delft fu dato all'insediamento che si estendeva intorno ad un canale scavato in questa zona nel 1100. Il paese fu chiamato “delf”, che significa “canale scavato artificialmente”. Grazie alla sua posizione favorevole, l'insediamento divenne inizialmente un importante centro commerciale. La sua popolazione aumentò rapidamente, grazie alla quale Delft ricevette i diritti di città nel 1246. A metà del XIV sec. Delft era circondata da mura medievali, oltre le quali non andò fino al XIX secolo.

Nel 1536 scoppiò un incendio in città, durante il quale tutti gli edifici in legno furono bruciati. I residenti locali hanno impiegato circa un secolo per restaurare la città. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che negli anni '60. XVI secolo gli olandesi si ribellarono al dominio spagnolo - e nel 1572 Delft si unì ai ribelli.

A capo della resistenza c'era il principe Guglielmo d'Orange, che voleva unire non solo le province settentrionali, ma anche meridionali del paese. Pertanto, non accettò immediatamente l'Unione di Utrecht, che le regioni settentrionali conclusero tra loro, formando uno stato indipendente: la Repubblica delle Province Unite (Republiek der Zeven Verenigde Nederlanden). Ma quando il principe si rese conto che l'unificazione era impossibile, guidò le forze alleate.

Guglielmo d'Orange fu assassinato più di una volta e uno dei tentativi ebbe successo. Mentre il principe era nella sua residenza, è stato ucciso dal tifoso cattolico Balthazar Gerard, sparando diversi proiettili a bruciapelo. Wilhelm morì quasi all'istante, e il suo assassino fu catturato e condannato a morte crudele: gli tagliarono la mano destra con un ferro rovente, tolsero la pelle, squartarono, gli strapparono il cuore e gli tagliarono la testa.

Storia moderna

Nel XVII sec. La Compagnia Olandese delle Indie Orientali aprì un ufficio a Delft, che contribuì alla prosperità della città: caffè, tè, spezie aromatiche, porcellane cinesi arrivavano qui dall'estero, e il commercio era vivace. Allo stesso tempo, in città apparvero laboratori per la produzione di porcellane bianche e blu, i cui prodotti divennero famosi in tutto il mondo.

A metà del XVII secolo. è successa una tragedia: è esploso un deposito di polvere da sparo situato nel centro della città, che ha immagazzinato 45 tonnellate di polvere da sparo, che ha portato a gravi distruzioni e numerose vittime. Quando la città fu ricostruita, le autorità divennero più intelligenti, e quindi l'arsenale fu attrezzato in periferia.

Università di tecnologia di Delft

Nel 1672, Delft cessò di essere un'importante città commerciale poiché il commercio si spostò a L'Aia e Rotterdam. Acquistò invece un carattere industriale: nel 1842 qui fu aperta la Royal Academy for the Training of Engineers, nota come Technische Universiteit Delft. È l'istituto di istruzione tecnica più antico e più grande del paese, tra i cui laureati c'erano i vincitori del Premio Nobel per la fisica e la chimica.

In città apparve anche una fabbrica di lievito e distilleria (Koninklijke Nederlandsche Gisten Spiritusfabriek) e per la prima volta nel paese fu costruito un quartiere di lavoro, Agnetapark.

Attrazioni

Delft assomiglia a una città giocattolo: vecchi edifici bassi, numerosi canali, mancanza di folla. Sebbene qui siano concentrate numerose corporazioni, i cui dipendenti stanno lavorando allo sviluppo delle ultime tecnologie, esternamente Delft sembra non essere stata toccata dal rapido sviluppo della civiltà, una città di provincia congelata nel tempo.

Municipio

Municipio di Delft

Il municipio di Delft (Stadhuis van Delft) è uno dei luoghi più belli della città. Il primo edificio del municipio fu costruito dai cittadini nel 1200. Era una potente struttura in pietra con una torre, all'interno della quale si trovava una prigione, dove un tempo l'assassino di Guglielmo d'Orange, Balthazar Gerard, attendeva la sentenza.

Il municipio riuscì a resistere all'incendio nel 1536, ma un incendio nel 1618 lo distrusse, lasciando solo una prigione. Hendrick de Keyser è stato incaricato di sviluppare il nuovo progetto. Lasciò la torre e costruì vicino ad essa un edificio a due piani in stile rinascimentale. L'ufficio del sindaco è stato restaurato a tempo di record: due anni dopo l'incendio, la costruzione è stata completata, eLa torre che divenne parte del municipio è attualmente l'edificio più antico della città.

Ora il consiglio comunale si riunisce nell'ufficio del sindaco, si celebrano i matrimoni. In memoria del passato, qui è stato aperto un museo della tortura. Per visitarlo, è necessario prendere un appuntamento con il tour desk in anticipo. L'ingresso al municipio è solitamente chiuso ai turisti, ma a volte durante i mesi estivi si organizzano escursioni. Inoltre, vari eventi vengono organizzati periodicamente all'interno del municipio e puoi entrare nell'edificio dopo aver acquistato un biglietto.

  • Indirizzo: Markt, 87 (Piazza del Mercato);
  • Sito web:delft.nl;
  • Informazioni sul museo della tortura:www.delft.nl.

Vecchia chiesa

la maggior parteIl tempio più antico di Delft è l'Oude Kerk Delft, che viene tradotto come "La vecchia chiesa".L'Oudekerk fu costruito nel 1246 tra due canali. Cento anni dopo, nei pressi della chiesa comparve un campanile di 75 metri, per la cui costruzione, per mancanza di spazio, fu parzialmente interrato uno dei canali. Così, metà della torre fu costruita su un terreno sabbioso, metà sul terreno, che fu coperto da un serbatoio. Il campanile si rivelò troppo pesante per tale terreno, quindi l'edificio iniziò a inclinarsi. Ora l'angolo di inclinazione del campanile è deviato dall'asse di due metri, motivo per cui la struttura ricorda la Torre Pendente di Pisa, e i locali la chiamano Falling Jan (Scheve Jan).

Vecchia chiesa

La forte pendenza del campanile preoccupa da secoli gli abitanti della città. Nel 1843 il consiglio comunale decise di ridurre la struttura al livello del tetto della navata principale della chiesa. I residenti si opposero a questa decisione e fu scelto un progetto più costoso per rafforzare la torre, a seguito del quale si fermò la caduta del campanile. Ma i turisti non vengono qui.

Nel 1570, sul campanile apparve la più grande campana Bourdon dei Paesi Bassi(Bourdon), il cui peso è di circa 9 tonnellate, diametro - 2,3 M. Poiché durante il suono crea vibrazioni estremamente forti che possono danneggiare la torre, la campana suona solo durante i funerali dei membri della famiglia reale.

A Oudekerk, la domenica e le festività cristiane si tengono ancora servizi a cui chiunque può partecipare gratuitamente. Chi volesse vedere la chiesa in un altro momento dovrà pagare l'ingresso. Nel tempio si tengono anche concerti di musica d'organo.

  • Indirizzo: Heilige Geestkerkhof, 2, 25;
  • Sito web:oudeennieuwekerkdelft.nl;
  • Le Chiese Vecchia e Nuova hanno un'unica sede, lavorano contemporaneamente. Pertanto, quando li visiti, è meglio acquistare un biglietto combinato che ti permetta di ispezionare Oudekerk, Newkerk e la torre con esso. La tessera del museo non è valida qui. I templi si trovano a una distanza di 500 m l'uno dall'altro (5 min. a piedi).

nuova chiesa

nuova chiesa

Nieuwe Kerk o Chiesa Nuova si trova sulla Piazza del Mercato di fronte al Municipio. Qui sono sepolti Guglielmo d'Orange e altri membri della famiglia reale. La Chiesa Nuova è anche nota per il suo campanile, alto 108,75 m, che la rende la seconda più alta dei Paesi Bassi.

La prima chiesa in legno dedicata alla Vergine Maria apparve nel 1351. Poiché la chiesa si rivelò essere la seconda chiesa cristiana costruita a Delft, fu chiamata così - Nieuwe Kerk. Diciotto anni dopo si decise di sostituire l'edificio in legno con uno in pietra e nel 1420 la costruzione fu completata. Il campanile fu eretto più a lungo, completando i lavori solo entro il 1496. Una nuova pietra miliare fu dedicata a S. Orsola.

Il campanile si rivelò fatale per la città: nel 1535 un fulmine lo colpì, provocando non solo la distruzione della chiesa, ma anche un terribile incendio cittadino. Cento anni dopo, il tempio soffrì molto per l'esplosione della polveriera, ma un anno dopo la chiesa fu restaurata. Nel 1872 pag. un fulmine distrusse la guglia del campanile.

La ricostruzione del tempio è stata eseguita più di una volta, le sue vetrate sono particolarmente degne di nota. Anche qui è installato un organo che ha 3mila canne e 48 voti. Le campane apparvero sul campanile nel 1660. La Chiesa Nuova è una chiesa attiva. Qui si tengono regolarmente anche concerti d'organo.

  • Mercato, 80;
  • Sito web:oudeennieuwekerkdelft.nl;
  • Orari di apertura: novembre-gennaio dalle 11 alle 16 (sabato dalle 10 alle 17), febbraio e marzo dalle 10 alle 17, aprile-ottobre dalle 9 alle 18. La torre chiude un'ora prima rispetto alla chiesa;
  • Biglietto cumulativo (Chiesa Vecchia e Nuova + torre): adulti - 8 €, ragazzi dai 12 ai 18 anni, studenti - 5,5 €, ragazzi dai 6 agli 11 anni - 2,5 €, giovani - solo l'ingresso alla chiesa è gratuitamente, la torre non è consentita.

Prinsenhof

Il Palazzo Prinsenhof (Prinsenhof), che significa "Corte del Principe", ha preso il nome dal fatto che qui si trovava la residenza di Guglielmo d'Orange.Ora ospita il museo d'arte Museum Prinsenhof Delft, dove si possono vedere le tele di pittori locali del XVI-XVII secolo, le famose porcellane di Delft, prodotti in argento, oggetti d'arte moderna.

Palazzo Prinsenhof

Prima di diventare residenza, dal 1403 vi era un convento di S. Agata(Sint-Agathaklooster), che durante la Riforma nella seconda metà del XVI secolo. passò in possesso del principe d'Orange. Allo stesso tempo, le suore non sono state disperse, ma è stato assegnato loro un piccolo spazio per vivere. Inoltre, nell'edificio è stata installata una cappella protestante.

Guglielmo adattò la maggior parte del monastero alle sue esigenze: qui visse e lavorò. Nello stesso edificio lo uccise Balthazar Gerard, e sul muro delle scale che portavano alle stanze del principe si conservano ancora tracce di proiettili. Nelle vicinanze c'è una maschera mortuaria.

  • Indirizzo: Sint Agathaplein, 1, vicino alla Chiesa Vecchia;
  • Sito web:prinsenhof-delft.nl;
  • Orario di apertura: dalle 11 alle 17;
  • Prezzo del biglietto: adulti - 12 €, dai 13 ai 18 anni - 6 €, dai 4 ai 12 anni - 3 €, i giovani sono gratuiti.

Come arrivare là

Amsterdam dista 68 km da Delft, quindi il viaggio qui dura circa un'ora. Per fare questo, puoi usare il treno e l'auto. È scomodo viaggiare in autobus, perché è necessario arrivarci con i trasferimenti.

Con il treno

I treni partono dalla stazione di Amsterdam-Zuid e Amsterdam Centraal ogni 20 minuti. durante il giorno e una volta ogni ora di notte. Arriva a Delft dopo 45-60 minuti, alcune rotte passano dall'aeroporto di Schiphol. Per un biglietto in seconda classe devi pagare 13 €, in prima classe - 22,1 €. Maggiori dettagli su orari, percorsi e prezzi sono disponibili sul sito webwww.ns.nl.

In macchina

Un viaggio in auto da Amsterdam a Delft dura un'ora. Per farlo, prendi l'autostrada A10 (Amsterdam-Ovest) e seguila fino all'autostrada A4/E19, quindi dirigiti verso Oostpoortweg (Delft). Raggiunta l'autostrada A13/E19, prendere l'uscita 9-Delft in direzione Delft. Quindi proseguire lungo Oostpoortweg, Julianalaan, Mijnbouwstraat, Zuidwal, Lange Geer e Koornmarkt verso Oude Langendijk.

Perché venire qui?

 Oostpoort

Le attrazioni di Delft meritano sicuramente una visita per chiunque sia interessato alla storia della famiglia reale e voglia anche passeggiare in pace e tranquillità lungo le strette strade medievali. Qui sono stati conservati la porta orientale delle mura medievali (Oostpoort), palazzi e castelli. Puoi anche visitare il Royal Delft - Koninklijke Porceleyne Fles su Rotterdamseweg, 196. Qui non solo puoi guardare gli artigiani al lavoro, ma anche provare a modellare, bruciare, decorare qualcosa da solo.

E nel vecchio cimitero vicino alla Royal Yeast and Distillery si trova la tomba dell'orologiaio berlinese la Karl-Wilhelm Naundorf, che si finse re Luigi XVII di Francia, sostenendo che il monarca fosse morto e fosse riuscito a fuggire dalla prigione del Tempio. Naundorf è l'unico contendente le cui parole non sono state ancora confutate, e i cui discendenti avevano diritto al cognome borbonico.

Si prega di valutare questo articolo
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (170stime, media:4,46su 5)
Caricamento in corso...