Punti di riferimento di Amsterdam

Amsterdam è una delle città più controverse al mondo. Qui, uno accanto all'altro, ci sono antichi templi e bordelli, e nei musei puoi vedere non solo antichi manufatti, dipinti di artisti famosi, ma anche mostre dedicate a tatuaggi, sesso, droghe. Amsterdam è stata costruita su una diga, quindi è tutta permeata da una rete di canali d'acqua formati dal fiume Amstel. Questo è il motivo per cui molte delle principali attrazioni della città si trovano in riva al mare.

Punti di riferimento di Amsterdam

Storia della città

Alla fine del XIII sec. un villaggio di pescatori ad Amsterdam (tradotto come "diga sul fiume Amstel") ricevette lo status di città, poiché a quel tempo era il centro del commercio marittimo. Quindi fu annessa alla contea dell'Olanda (Graafschap Holland), dopo di che iniziò lo sviluppo attivo e la crescita di Amsterdam.

Descrizione di Amsterdam

Ora la capitale dei Paesi Bassi copre un'area di 220 km2, e ospita 825 mila persone, il che significa che quasi 4,5 mila abitanti vivono su un chilometro quadrato. Parchi e riserve naturali occupano 12% del territorio cittadino.

La parte storica della città è una piccola area, a nord-est della quale si trovano un porto e una stazione ferroviaria. A ovest si trova il canale Singel, che fino al XVI secolo. era il fossato che circondava la città. Ora inizia vicino alla stazione ferroviaria e sfocia nel fiume Amstel. A sud ea sud-est si trova il canale Nieuwe Herengracht.

Il centro storico è diviso in due parti:

  1. Uno più recente si trova a ovest: questa è l'area tra il canale Singel e le strade Rokin e Domrak. Adiacente ad esso è il quartiere Jordaan, dove vivevano i lavoratori, ora i ricchi e famosi. Ecco la casa di una ragazza ebreaAnna Frankche morì durante la guerra, così come la Chiesa d'Occidente, entro le cui mura fu sepolto Rembrandt, che abitava in questa zona.
  2. Il resto del centro storico è più antico. Qui, su un'area non superiore a 1 km2, si trovano le principali attrazioni. Compreso il famosodistretto a luci rosse(De Wallen), la parte più antica di Amsterdam.

Piazza principale

Piazza Dam

Piazza Dam, chiamata anchePiazza della diga(Piazza Dam) - il principale nella capitale dei Paesi Bassi.Qui si svolgono gli eventi più importanti della città e la vita non si ferma mai giorno e notte. La piazza deve il suo nome alla diga, che nel XIII secolo. costruito sul fiume Amstel. La diga fu progressivamente rafforzata, ampliata e alla fine raggiunse dimensioni tali che fu possibile costruire su di essa due piccole aree, che furono unite in una. Poi apparvero delle case lungo di essa.

Così, Piazza Dam si trova proprio nel centro della città, a 750 m dalla stazione ferroviaria. È caratterizzato da una forma rettangolare: la sua lunghezza è di 100 m da nord a sud, di 200 m da est a ovest, qui si trovano molti edifici importanti.

Palazzo Reale

Prima di tutto, questo è il Palazzo Reale (Paleis op de Dam) nella parte occidentale della piazza. All'inizio fungeva da municipio e solo un secolo e mezzo dopo divenne residenza dei re. Sul lato si trova la chiesa calvinista di Nieuwe Kerk, costruita nel XV secolo. (il suo ingresso principale si trova sull'adiacente Gravenstraat, 17). Inoltre, Dam Square ospita una filiale di Madame Tussauds Amsterdam, Londra.
Ad est della piazza c'è una stele bianca, la cui altezza supera i ventidue metri. Fu eretto in memoria dei caduti nella seconda guerra mondiale. Dietro c'è l'Hotel Krasnapolsky.

Palazzo Reale

Il Palazzo Reale (Paleis op de Dam) è stato costruito su un terreno paludoso. Per evitare che la struttura sprofondasse nel terreno e barcollasse nel tempo, creando le fondamenta, gli artigiani hanno piantato nel terreno quasi 14 mila pali, la cui lunghezza era di 12 m.Sui pali è stata installata una piattaforma, dopo di che hanno iniziato a costruire l'edificio.

La costruzione si trascinò per diciassette anni e fu completata nel 1665.

All'inizio si pensava che qui si trovasse il municipio. L'amministrazione della città, infatti, è racchiusa tra le sue mura da centocinquanta anni. Poi nel 1808 il fratello di Napoleone Bonaparte - Louis (Lodewijk Napoleon) divenne il sovrano dei Paesi Bassi. Decise di fare del municipio la sua residenza, da cui prese il nome di Palazzo Reale.Luigi Bonaparte commissionò per il palazzo una collezione di mobili in stile Impero, lampade, arazzi che sono sopravvissuti fino ad oggi.

Palazzo Reale

Dopo il rovesciamento di Napoleone, salì al potere il principe Guglielmo (Guglielmo I), che restituì l'edificio alla città nel 1813. Ma ben presto il consiglio comunale vide che gli sarebbe costato troppo, mentre Guglielmo, dopo l'incoronazione, si rese conto che aveva bisogno di una residenza. Ecco perché nel 1814 la città ha dato il municipio per il suo uso.

Negli anni '30. nel secolo scorso le autorità cittadine vendettero l'edificio alla famiglia reale per 10 milioni di fiorini. Successivamente, il palazzo fu restaurato più volte. Ora i rappresentanti della famiglia reale difficilmente vivono qui, preferendo un palazzo a L'Aia. Pertanto, il Paleis op de Dam viene utilizzato per ricevimenti, visite, premi. Anche qui i re abdicano al trono. In tali giorni l'ingresso per i turisti al palazzo è chiuso. Gli orari di apertura sono consultabili sul sitowww.paleisamsterdam.nl.

Al piano terra è possibile visitare la galleria d'arte, dove sono esposti dipinti di Rembrandt, Govert Teuniszoon Flinck, Ferdinand Bol. Diverse mostre si tengono qui in estate e in autunno. Sono visitabili l'aula, le sale del Consiglio, del Tribunale, della Camera del Consiglio comunale.

nuova chiesa

La Chiesa Nuova (Nieuwe Kerk) si trova vicino al Palazzo Reale. L'ingresso principale è in 17 Gravenstraat, ma puoi anche entrare nell'edificio da Piazza Dam. Questo è il secondo tempio più grande dei Paesi Bassi: la sua altezza insieme alla guglia è di 108,76 m.

nuova chiesa

Nonostante il nome, Nieuwe Kerk è uno dei templi più antichi della città. La sua costruzione iniziò nel 1380 quando divenne evidente che la chiesa principale di Amsterdam, St. Nicholas (Oude Kerk), non è in grado di accogliere tutti i laici. Il banchiere Willem Eggert donò il suo giardino per la costruzione della chiesa, che fu poi sepolta nella cappella.

Nel 1409 il tempio fu consacrato, ma dopo dodici anni fu distrutto da un incendio. Sebbene il punto di riferimento sia stato rapidamente restaurato, un incendio nel 1452 ha lasciato il tempio in rovina. Il terzo grave incendio avvenne nel 1645. Successivamente, il tempio fu costruito in stile gotico. Tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. l'edificio fu ricostruito con l'aggiunta di elementi neoclassici.

Alla fine del XX sec. era necessaria un'altra ricostruzione, ma la Chiesa riformata olandese disse che non c'erano soldi per questo, e quindi il tempio sarebbe stato chiuso. Quindi è stato trasferito a una fondazione laica, con i soldi di cui è stato ripristinato il punto di riferimento. Attualmente l'edificio è utilizzato per concerti d'organo, mostre, fiere di antiquariato (dettagli qui:www.nieuwekerk). Anche i rappresentanti della famiglia reale si sposano qui, hanno luogo le incoronazioni.

Questo tempio è generalmente molto importante per i re: dal 1584, molti rappresentanti della dinastia reale furono sepolti tra le sue mura. Oltre a loro, molte personalità di spicco di Amsterdam hanno trovato qui il loro ultimo riposo. Va notato, tuttavia, che un tale quartiere all'interno dell'ex chiesa non infastidisce gli organizzatori di mostre e feste.

Museo Madame Tussauds

Museo Madame Tussauds

Museo Madame Tussauds(Madame Tussauds Amsterdam) ad Amsterdam si trova in Piazza Dam, 20. È la prima sede del famoso museo londinese. Un'esposizione è stata aperta qui nel 1971 a Kalverstraat. Vent'anni dopo, le mostre sono state spostate nella posizione attuale.
Una parte della mostra racconta la storia dei Paesi Bassi, oltre a varie scoperte geografiche. Ospita pirati, contadini in abiti nazionali, ricchi cittadini.

Anche qui puoi vedere figure di cera superbamente eseguite di personaggi storici, famosi sovrani, artisti, atleti. Tra questi ci sono Rembrandt, Van Gogh, Gorbaciov, Lenin, il Papa e persino la stessa Madame Tussauds, che alla fine del XVIII secolo fondò un museo a Londra. Certo, qui c'era un posto per Michael Jackson, Madonna, Charlie Chaplin. Vari effetti speciali, figure in movimento aggiungono un effetto speciale della realtà. L'esposizione è in continuo aggiornamento.

Per arrivare a questo museo, devi fare una fila enorme per i biglietti. Pertanto, è meglio acquistarli via Internet: è più facile, più economico e fa risparmiare molto tempo. Maggiori informazioni sul museo qui:www.madametussauds.com.

Monumento nazionale

Monumento nazionale

Il Monumento Nazionale (Nationaal Monument) è apparso in Piazza Dam nel 1956. Il Dodenherdenking si svolge qui ogni anno il 4 maggio. Questo è il nome della commemorazione delle persone morte nella seconda guerra mondiale e in altre ostilità.

La composizione si basa su una colonna in cemento, la cui altezza è di 22 m, tutta rivestita di travertino bianco (questo è il nome del tufo di calce). Sulla parte anteriore della stele è un bassorilievo di quattro uomini nudi, incatenati. Parlano di dolore e sofferenza. Vicino a loro ci sono due statue di uomini nudi che rappresentano la Resistenza. La figura a sinistra della stele rappresenta l'intellighenzia, a destra la classe operaia. I cani si siedono ai loro piedi: questa è sofferenza e lealtà.

Monumento nazionale

Sopra il bassorilievo della sofferenza è una statua di una donna seminuda che tiene con una mano un bambino, appoggiando i piedi sulla sua coscia, sopra di lei è una colomba. Questa composizione parla di vittoria, pace, nuova vita. Le colombe che salgono dal retro del monumento sono la liberazione.
Davanti alla stele sui piedistalli ci sono due leoni, il simbolo dei Paesi Bassi. Undici urne con terra sono attaccate alla parete semicircolare bianca dietro la stele. È stata prelevata da luoghi di morte e tombe di guerra in tutte le regioni del paese. Ogni urna porta lo stemma della regione da cui è stato prelevato il terreno.

Chiese

La maggior parte delle chiese di Amsterdam appartengono al movimento protestante nel cristianesimo.Ecco perché non vedrai l'interno di questi templi riccamente decorato con icone e statue: questo insegnamento rifiuta il culto di icone e immagini, poiché Dio deve essere trattato direttamente e non tramite un intermediario.

Per questo motivo, un tempo, l'interno dei templi, che prima appartenevano alla Chiesa cattolica e furono trasferiti ai protestanti, subì una trasformazione significativa: tutto all'interno è rigoroso e ascetico. Questo vale anche per la chiesa più antica della città, Oude Kerk. Tuttavia, non si può dire che le chiese cattoliche siano completamente assenti nella capitale dei Paesi Bassi. Lo sono, e la basilica più importante della città è la Chiesa di San Nicola nelle Mura.

Oude Kerk

Oude Kerk

Chiesa di s. Nicholas, noto anche come Oude Kerk, che significa "Chiesa Vecchia" - questo è l'edificio più antico della città: la sua costruzione iniziò nel 1330. Il tempio si trova a 23 Oudekerksplein, nel quartiere a luci rosse.

Una chiesa in legno è stata costruita sul sito di una piccola cappella in legno e di un vecchio cimitero, quindi il pavimento all'interno del tempio è costituito da lapidi.

Va notato qui chedopo il completamento della costruzione per secoli intorno al tempio e al suo interno, furono sepolti i cittadini: qui sono sepolti più di diecimila abitanti della città. Compreso - la moglie di Rembrandt, le cui opere sono esposte nel tempio.

I costruttori dedicarono la basilica a S. Nicola, che è il patrono dei marinai, dei mercanti, dei bambini. Pertanto, all'interno del tempio è possibile vedere modelli e immagini di navi.

Inizialmente, il tempio apparteneva alla Chiesa cattolica, quindi c'erano molte icone, immagini di santi. Nella seconda metà del XVI sec. Il protestantesimo divenne popolare, a seguito del quale iniziò il periodo dell'iconoclastia. Come risultato del dipinto, le statue dei santi furono danneggiate o distrutte e il tempio fu convertito al ministero protestante. Pertanto, tutto all'interno sembra spazioso e ascetico. Il tetto è di particolare interesse: è il più grande tetto in legno del Medioevo.

Oggi, i servizi religiosi si svolgono a Oude Kerk ogni sabato alle quattro del pomeriggio. Dal 1450, la campana più antica della città chiama per i servizi.

Oude Kerk

I turisti che desiderano visitare l'attrazione in un momento diverso devono acquistare un biglietto. Di tanto in tanto qui si tengono concerti, cene, presentazioni, c'è anche la possibilità di affittare i locali del tempio per eventi sociali.

I visitatori con bambini dovrebbero essere consapevoli chedopo le cinque di sera nelle case intorno alla chiesa iniziano a lavorare le "sacerdotesse dell'amore"che può essere chiaramente visto attraverso le vetrine. Pertanto, a questo punto è meglio che i bambini lascino il quartiere.

chiesa occidentale

chiesa occidentale

La Chiesa occidentale (Westerkerk) si trova in Prinsengracht, 281. Si trova a 700 metri dalla piazza principale e non lontano dalla casa di Anna Frank. Questa è una chiesa protestante funzionante, molto popolare tra i cittadini. Inoltre, è interessante notare che in un primo momento il tempio non fu amato dalla popolazione comune, poiché fu scelto dai ricchi residenti della città. Questo è stato il motivo per cui la Chiesa del Nord (Noorderkerk) è stata costruita per i poveri di Amsterdam.

chiesa occidentale

La costruzione della Westerkerk iniziò nel 1620 e durò undici anni. La Chiesa d'Occidente è considerata il tempio più alto di Amsterdam, perché il suo campanile si erge a 85 m dal suolo e al suo interno si trova un carillon (questo è il nome di un meccanismo di un gruppo di campane che eseguono una melodia), che batte il tempo. Il suo martello pesa 200 kg e la campana più grande pesa 7,5 tonnellate.Il ponte di osservazione, che si trova al centro della torre, offre una delle viste panoramiche più belle della zona circostante. L'arrampicata, però, è piuttosto difficile: i gradini sono ripidi, stretti, bisogna andare aggrappandosi alla corda.

La chiesa è nota per il fatto che vi è sepolto Rembrandt. Dove esattamente, le informazioni non sono state conservate. Anche la regina Beatrice (Beatrix der Nederlanden) si è sposata qui nel 1966.

Chiesa Orientale

La chiesa orientale (Oosterkerk) si trova in Kleine Wittenburgerstraat, 1. Fu costruita nel XVII secolo. esattamente come una chiesa protestante nello stile del Rinascimento olandese. La necessità di un tempio sorse perché la popolazione protestante ad Amsterdam stava crescendo costantemente e le chiese esistenti traboccavano.

Chiesa Orientale

La costruzione iniziò nel 1669 e fu completata due anni dopo. I costruttori hanno posizionato l'ingresso principale al tempio dal lato del canale. Come molte chiese protestanti, il tempio sembra modesto, l'interno è ascetico. Tuttavia, è molto luminoso e accogliente all'interno.Sul tetto c'è una piccola torre dell'orologio, sulla quale la campana suona l'ora ogni mezz'ora.L'organo è stato installato nel 1871. All'interno della chiesa sono sepolti molti cittadini famosi, tra cui l'architetto del tempio, Adriaan Dortsman.

Durante la seconda guerra mondiale, il sacerdote della chiesa di Jacobus Overduin fu arrestato dai nazisti per aver pregato per la liberazione degli insegnanti delle scuole cristiane che languevano nella prigionia tedesca. Successivamente, i servizi nel tempio si sono fermati per qualche tempo. Yakubus ha trascorso molto tempo nei campi di concentramento, è sopravvissuto, è tornato e ha iniziato a servire.

La chiesa fu chiusa nel 1963 a causa di un degrado e rimase a lungo vuota. La ricostruzione è stata effettuata solo negli anni ottanta. Oggi qui si tengono mostre temporanee e concerti. La sala può ospitare 150 spettatori. Il programma è consultabile sul sito:www.oosterkerk-amsterdam.

Chiesa luterana rotonda

La chiesa rotonda luterana (Ronde Lutherse Kerk) si trova a Singel, 11. È il monumento principale del barocco olandese. Il tempio fu costruito tra il 1668-1671. Poiché i luterani erano considerati stranieri, non era loro permesso costruire templi con torri. Pertanto, la chiesa fu arrotondata e fu raffigurato un cigno su una piccola torre installata su una cupola, che è un simbolo dei luterani.

Chiesa luterana rotonda

Nel 1822 un incendio lasciò solo le mura esterne della chiesa. Durante il suo restauro, gli architetti hanno aderito completamente all'aspetto originale e quasi non l'hanno modificato. Solo la cupola della torre divenne più alta e fu leggermente decorata in stile romanico. Allo stesso tempo, nel tempio fu installato un nuovo organo.

Nel 1935 i luterani lasciarono la chiesa. I servizi sono terminati e qui si sono tenuti i concerti. Nel 1975 l'edificio fu affittato dai luterani dal vicino Hotel Sonesta. Era collegato al tempio da un cunicolo sotterraneo, e da allora è possibile accedervi solo previo accordo con l'amministrazione.

Nel 1984 fu restaurato l'organo del tempio e dieci anni dopo la cupola andò a fuoco insieme al tetto. Ci è voluto un anno e mezzo per restaurarlo. Il tempio è attualmente in affitto dall'hotel Renaissance. Per vederlo dall'interno, devi attraversare il tunnel sotterraneo, accompagnato da una guardia. Qui puoi vedere colonne impressionanti, gallerie, organo, pulpito e assistere a un concerto. È prevista anche una sala conferenze.

Chiesa di San Nicola nelle Mura

La Chiesa di San Nicola all'interno delle Mura o Basiliek van de Heilige Nicolaas si trova in Prins Hendrikkade 73, di fronte alla stazione ferroviaria. Questa è una delle poche chiese cattoliche attive ad Amsterdam.

Chiesa di San Nicola nelle Mura

Il tempio fu eretto alla fine del XIX secolo nel quartiere a luci rosse, vicino alle mura della città. Durante lo sviluppo del progetto, l'architetto ha combinato diversi stili architettonici contemporaneamente. Elementi di neobarocco e neorinascimentale sono particolarmente evidenti nella facciata della chiesa. All'interno, l'interno è molto più ricco e interessante rispetto alle chiese protestanti della capitale: le pareti sono decorate con icone, vetrate, sculture, dorature e un soffitto intagliato.

Case di personaggi famosi

Molti personaggi famosi vivevano ad Amsterdam. Tra questi ci sono gli artisti Vincent van Gogh e Rembrandt, il filosofo Spinoza. C'è anche una casa dove si nascose la famiglia di una ragazza ebrea Anna Frank durante l'occupazione nazista. Dal suo diario, le persone hanno imparato cosa significava nascondersi per diversi anni, preoccuparsi, sperare... E morire senza aspettare un barlume di speranza.

Casa Rembrandt

Casa Rembrandt(Museum Het Rembrandthuis) si trova nell'ex quartiere ebraico, a Jodenbreestraat, 4. L'artista acquistò questo locale nel 1639, quando era molto popolare, e visse qui fino alla sua bancarotta, avvenuta nel 1656. Ora c'è un museo aperto nel 1911 g.

I visitatori non dovrebbero aspettarsi che i dipinti di Rembrandt siano in mostra, ma qui si possono vedere 260 delle sue 290 stampe. Nella casa sono esposti anche oggetti domestici, mobili dell'epoca: sebbene le cose dell'artista quasi non siano state salvate, l'atmosfera è stata ricreata grazie all'inventario fatto dagli avvocati per la vendita delle cose di Rembrandt all'asta. I visitatori del Museo Het Rembrandthuis possono visitare la bottega, la cucina, le stanze del grande pittore, ammirare le opere degli studenti e del maestro di Rembrandt. Maggiori dettagli sul museo qui:www.rembrandthuis.

Casa di Anna Frank

La Casa di Anna Frank Huis si trova in Prinsengracht, 263-267, a 900 metri da Piazza Dam. Questa ragazza ebrea è diventata famosa grazie al diario che ha scritto durante l'occupazione nazista.

La famiglia di Anna Frank arrivò ad Amsterdam dalla Germania nel 1933 dopo che Hitler salì al potere. Qui vissero tranquillamente fino a quando nel 1940 la Germania occupò i Paesi Bassi. Tutti i tentativi del padre della ragazza di ottenere i visti per la famiglia e lasciare il Paese non hanno avuto successo.

Casa di Anna Frank

Nell'estate del 1942, la sorella di Anna, Margot, riceve una convocazione dalla Gestapo. La famiglia ha capito: devono nascondersi. Poi si sono trasferiti in un rifugio predisposto in Prinsengracht, all'interno delle mura dell'ex fabbrica, che ospitava l'azienda fondata dal padre di Anna. La famiglia visse qui fino all'estate del 1944, quando il traditore, il cui nome non fu mai stabilito, fu tradito. Per tutto questo tempo, Anne Frank ha tenuto un diario, descrivendo eventi, osservazioni, sensazioni.

Dopo che la famiglia Frank cadde nelle mani della Gestapo, furono mandati ad Auschwitz. A febbraio-marzo, Anna e sua sorella morirono di tifo; solo suo padre sopravvisse alla guerra. Nel 1947 fu trovato e pubblicato il diario della ragazza, che divenne ampiamente noto perché era in grado di unire nel destino della ragazza la tragica storia dell'intero popolo.

Lo stesso Museo di Anna Frank si trova al numero 163. Nell'organizzarlo, hanno utilizzato le voci del diario, che hanno permesso di ricreare completamente l'atmosfera di quei tempi. House # 265 è un centro giovanile. Leggi di più sul museo qui:www.annefrank.

Museo Van Gogh

Museo Vincent Van Gogh(Van Gogh Museum) si trova in Museumplein, 6. Sebbene l'artista abbia vissuto ad Amsterdam per qualche tempo, non ha vissuto in questo edificio: la casa è stata costruita dopo la sua morte. Ma qui è conservata la più ricca collezione dei suoi dipinti, tra cui - Girasoli (Zonnebloemen), Camera da letto ad Arles (Slaapkamer te Arles), Mangiatori di patate (De Aardappeleters). C'è anche una collezione di stampe di maestri giapponesi raccolte da van Gogh, un'enorme biblioteca.

Museo Van Gogh

Il complesso museale è costituito da due edifici. La casa principale è stata costruita nel 1973. Si tratta di una struttura rettangolare di quattro piani in cemento e vetro. La mostra permanente occupa i primi tre livelli. Le opere di Van Gogh si trovano al secondo piano, al quarto - tele di artisti famosi legati al suo lavoro. Tra questi ci sono dipinti di Claude Monet. Anche nel museo puoi vedere lettere di van Gogh, la maggior parte delle quali scrisse a suo fratello minore Theo.

Il secondo edificio è stato realizzato per mostre temporanee. La prima mostra tra le sue mura è stata dedicata a Theo van Gogh, grazie al quale è stata conservata la collezione del fratello maggiore. I dipinti furono ereditati dal figlio di van Gogh, che li consegnò allo stato nel 1962.

È meglio acquistare i biglietti per il museo sul sito la mattina, per considerare tutto con calma (è meglio usare un'audioguida): c'è molta gente qui durante il giorno. Maggiori dettagli sul museo qui:www.vangoghmuseum.

Strutture difensive

Dopo l'inizio del rapido sviluppo e della crescita di Amsterdam, ogni volta venivano erette nuove mura difensive attorno ai nuovi confini della città. Sono sopravvissuti fino ad oggi principalmente sotto forma di diverse torri.

Torre della moneta

La Torre della Zecca (Munttoren) si trova a Muntplein, 12/14, alla confluenza del Canale Singel e del fiume Amstel, a 700 metri da Piazza Dam. Un tempo faceva parte della porta della città Regulierspoort, attraverso la quale i residenti e i visitatori dell'Amsterdam medievale entravano in città.

Torre della moneta

Regulirspourt fu costruito alla fine del XV secolo. La porta era costituita da un corpo di guardia e due torri. Ma dopo un secolo e mezzo, un incendio danneggiò gravemente il Regulierspoort, lasciando solo il corpo di guardia e parte della torre occidentale. Un anno dopo, la porta fu restaurata in stile rinascimentale. La parte superiore della torre divenne ottagonale, decorata con un orologio, una cuspide e una statuetta di un toro (nel XV secolo c'era un recinto nei pressi del Regulierspoort).

Un carillon è stato installato in cima alla torre. Attualmente ci sono trentotto campane che suonano una melodia ogni quindici minuti. Sono due in più rispetto all'originale.

La torre ricevette il suo nome moderno nel 1672. Dopo che le truppe di Gran Bretagna e Francia occuparono una parte significativa dei Paesi Bassi, divenne problematico consegnare metalli preziosi alle città in cui venivano coniate le monete. Il problema è stato risolto riattrezzando la casa per le guardie per il conio delle monete. Purtroppo questa parte della porta non è sopravvissuta: la casa delle guardie fu demolita nel XIX secolo, sostituendola con un edificio in stile neorinascimentale.

Montelbanstoren

La Torre Montelbaanstoren si trova in Oudeschans 2, a un chilometro dalla piazza principale della città. È una struttura alta ai margini del canale. Rembrandt viveva non lontano da esso. Nel 1644 dipinse un edificio in uno dei dipinti.

Torre Montelbanstoren

La torre fu costruita all'inizio del XVI secolo. dopo l'espansione di Amsterdam, l'emergere di un nuovo quartiere e delle mura della fortezza, di cui Montelbanstoren faceva parte. Oltre al nome ufficiale, l'edificio si chiamava Malle Jaap, che significa "stupido Yap". Il motivo - c'è stato un periodo in cui le campane della torre suonavano fuori posto.

Nel tempo la città si espanse ulteriormente e Montelbaanstoren perse il suo significato difensivo. Successivamente fu decorato con un tetto in stile rinascimentale, e fu portato esso stesso a 48 m, grazie ai quali le campane si sentivano meglio nei dintorni.

Montelbanstoren è stato costruito su un terreno instabile, quindi all'inizio del XVII secolo. è crollato. Ma è stato presto restaurato. Dal 1878 al 2006 All'interno delle mura di Montelbaanstoren c'era un'autorità di gestione delle acque, il cui compito era quello di monitorare il livello dell'acqua dei canali locali. Dal 2010 al 2013, qui ha sede la sede della Fondazione Stichting Secret Garden, dedicata alla tutela dei diritti delle minoranze sessuali. Ora qui c'è l'ufficio di un molo privato.

Torre del pianto

La Torre del Pianto (Schreierstoren) si trova a Prins Hendrikkade, 94-95, vicino alla stazione ferroviaria. Fu costruito nel 1487 e poi prese un nome diverso - Schrayershoucktoren, che significa torre appuntita: qui il muro della fortezza ruotava ad angolo acuto. Lo Schreierstoren faceva parte della porta attraverso la quale le persone uscivano o entravano in città. Nel tempo, il suono della parola è cambiato e si è trasformato in "pianto". Secondo la leggenda, da qui le mogli dei marinai accompagnavano i loro mariti nei viaggi per mare, singhiozzando in cima alla struttura.

Torre del pianto

È interessante notare che nel 1609 Henry Hudson partì da Schreierstoren alla ricerca della strada occidentale per l'India. Di conseguenza, scoprì l'isola di Manhattan, il fiume Hudson e la costa nordamericana da New York a Terranova.

Nella seconda metà del XX sec. la torre è stata restaurata, è stato aperto un caffè, dove si respira l'atmosfera dell'Amsterdam medievale. Secondo i turisti, il momento migliore per fotografare la torre è all'alba, quando il sole illumina magnificamente il lato orientale della torre.

Camera di pesatura

La Camera di pesatura (De Waag) si trova a Nieuwmarkt, 4. Si tratta dell'edificio laico più antico della città: gli storici ritengono che sia stato costruito nel 1425, poi dopo cinquant'anni fu ampliato durante la costruzione delle mura della città. Fino alla fine del XVI sec. De Waag faceva parte della porta della città di St. Anthony (de Sint Antoniespoort geheten). Poi la città crebbe e il bisogno di loro scomparve.

Camera di pesatura

Nel XVII sec. all'interno delle mura della torre vi era un servizio di pesatura che pesava le merci per i mercati. In cima all'edificio c'erano le corporazioni di artisti, mercanti, muratori. I loro stemmi adornano ancora l'edificio. C'era anche una corporazione di medici, sotto la quale operava un teatro anatomico, dove gli studenti studiavano la struttura degli organi interni dei cadaveri umani. Anche Rembrandt ha frequentato queste lezioni, che hanno portato al dipinto "Lezione di anatomia del dottor Tulp" (De anatomische les van Dr. Nicolaes Tulp). Era un ordine per un ritratto di gruppo dei chirurghi presenti all'autopsia.

Nel XIX secolo. La camera di pesata si è chiusa. Successivamente, qui si trovavano in tempi diversi un laboratorio di mobili, una caserma dei pompieri e un archivio. Nel secolo scorso le mura dell'edificio ospitavano il Museo di Storia e il Museo Storico Ebraico. Quando lasciarono l'edificio, rimase vuoto per diversi anni.Ora c'è un ristorante a De Waag.Presto, molto probabilmente, l'edificio sarà chiuso per restauro, poiché cede pesantemente sul terreno paludoso.

Musei

Museo della città

Museo della città(Stedelijk Museum) si trova in Museumplein (10). La sua nuova ala ricorda un'enorme vasca da bagno composta da 217 pannelli.

Museo della città

Lo Stedelijk Museum è stato fondato nel 1895 con l'obiettivo di istruire i cittadini sulla storia dello sviluppo di Amsterdam. Tra gli oggetti esposti c'erano monete, oggetti in argento, mobili, gioielli. Puoi anche vedere le armi qui e l'aspetto di una farmacia medievale.

All'inizio del XX secolo. la maggior parte dell'esposizione è stata trasferita in altri musei, e qui sono state collocate le opere dei moderni pittori olandesi e francesi. Fino al 1972, tra le mostre del museo c'erano opere di van Gogh. Negli anni '70, gli ultimi reperti della collezione storica furono rimossi dallo Stedelijk Museum, dopo di che divenne un vero e proprio museo di arte moderna.

Gli ospiti dello Stedelijk Museum possono vedere dipinti di Picasso, Claude Monet, Renoir. Le opere di Malevich (Malevitsj) sono rappresentate da 29 opere.

Museo di Stato

Museo di StatoRijksmuseum(Rijksmuseum) si trova in Museum Square, 1 (Museumstraat, 1). È uno dei musei d'arte più visitati al mondo.

Museo statale Rijksmuseum

Il Rijksmuseum è stato fondato nel 1808 da Louis Bonaparte, e non ad Amsterdam, ma a L'Aia (Den Haag). Ma nello stesso anno, le mostre si trasferirono nella capitale dei Paesi Bassi e furono ospitate nel Palazzo Reale. Nel 1885 furono trasferiti in un edificio appositamente eretto sulla Piazza del Museo, dopo di che il museo fu aperto ai visitatori. Nel corso di un secolo e mezzo, questa struttura è stata più volte ricostruita, ampliata e riparata. Una collezione storica era ospitata nell'ala est.

Tra le mostre del Rijksmuseum puoi vedere sculture, dipinti di maestri asiatici ed europei, una collezione storica e incisioni. Interessanti modelli di case delle bambole, che sono una visualizzazione delle case dei ricchi cittadini di Amsterdam. Ci sono molte opere di maestri olandesi del XV-XIX secolo. Tra questi ci sono le tele di Vermeer, Hals, de Hooch. Al secondo piano c'è un dipinto di Rembrandt "La ronda di notte" (Nachtwacht).

Museo Archeologico

Museo Archeologico Allard Pearson(Allard Pierson Museum) si trova a Oude Turfmarkt, 127. Prende il nome dal professor Allard Pearson, vissuto nella seconda metà del XIX secolo, che insegnava archeologia presso l'università locale. Le sue attività non si limitavano a questo: il professore partecipava spesso a spedizioni, dalle quali portava manufatti interessanti. Divennero la base del museo archeologico, aperto trent'anni dopo la morte dell'archeologo su iniziativa del figlio.

Museo Archeologico Allard Pearson

All'inizio il museo occupava l'ultimo piano di uno degli edifici sulla Weesperzijde. Quando il fondo è stato ricostituito, è sorta la domanda sulla necessità di locali più spaziosi. Di conseguenza, il museo si trasferì a Sarphatistraat e nel 1934 fu ufficialmente aperto. Nel 1967, la banca centrale olandese sgomberò l'edificio sull'Oude Turfmarkt. Pertanto, le autorità cittadine hanno offerto al museo di trasferirsi lì, cosa che è stata fatta.

Ora tra i suoi reperti si possono vedere le collezioni egiziane, greche, romane, etrusche. Ecco sarcofagi, mummie, ceramiche, oggetti d'arte antica. Oltre alle mostre permanenti, qui vengono organizzate mostre temporanee dedicate a determinati paesi e tempi.

Museo NEMO

Museo della Tecnologia e dell'Industria (Museo della Scienza NEMO) si trova a Oosterdok, 2, un chilometro e mezzo dalla piazza principale della città. Questo è un posto molto interessante sia per i bambini che per gli adulti. Qui puoi assemblare e smontare un computer con le tue mani, imparare tutto su DNA, droghe, vari fenomeni naturali che le persone incontrano nella vita di tutti i giorni.

Museo NEMO

Il museo è stato fondato nel 1923 in una casa situata in Rozengracht. Fu allora chiamato Museo del Lavoro. Nel 1997, l'esposizione è stata trasferita in un edificio di cinque piani appositamente costruito per questo. Il museo ha ricevuto il suo nome moderno nel 2000. Oltre al fatto che ospita un gran numero di esposizioni scientifiche, un grande centro scientifico si trova all'interno delle mura del centro scientifico NEMO. Un altro vantaggio del museo è il ponte di osservazione all'ultimo piano, che offre una magnifica vista sulla parte vecchia della città.

 

Due o tre ore sono sufficienti per un adulto per esplorare il museo, i bambini saranno interessati all'intera giornata.

Sfortunatamente, quasi tutte le informazioni qui sono solo in olandese o inglese, non ci sono quasi dati in russo. Il biglietto è valido tutto il giorno e puoi usarlo per entrare e uscire dal museo senza problemi.

Museo del Canale

I canali d'acqua che attraversano Amsterdam in lungo e in largo sono uno dei monumenti più famosi della capitale dei Paesi Bassi. Non a caso, nel 2001, in Herengracht, 386, è stato aperto il museo Het Grachtenhuis a loro dedicato.

Qui puoi vedere molti reperti interessanti legati alla storia dei canali, a partire dal giorno in cui è apparso il primo di essi. Sarà ad esempio interessante sapere che un tempo facevano parte della linea difensiva della città, poiché si difendevano dagli attacchi dei nemici esterni, svolgendo il ruolo di fossato davanti alle mura della fortezza.

Puoi esplorare il museo da solo, ma l'escursione sarà molto più interessante. È anche possibile prendere un'audioguida in inglese, tedesco, francese, italiano o spagnolo. Dopo aver visitato il museo, il viaggio attraverso i canali di Amsterdam sarà molto più interessante.

distretto a luci rosse

distretto a luci rosse

Il quartiere a luci rosse (De Wallen) è la parte più antica di Amsterdam. Si trova a quindici minuti a piedi dalla stazione ferroviaria.
Ora questo posto è conosciuto come una delle più grandi aree del mondo in cui i servizi sessuali vengono scambiati apertamente. E poche persone sanno che inizialmente c'erano molti monasteri qui. Dopo la riforma del 1578, furono trasformati in orfanotrofi, orfanotrofi e carceri. Qui si trova anche la chiesa più antica della città, Oude Kerk, dove a volte si tengono servizi.

Poiché De Wallen si trovava vicino al porto, i marinai trascorrevano qui il loro tempo quando sbarcavano. Di qui è nata la specificità dei servizi in questo settore, e la lotta alla prostituzione non ha avuto successo: sono fioriti i bordelli illegali. L'impulso per lo sviluppo della prostituzione fu il fatto che alla fine del XIX secolo. molte case del quartiere furono abbandonate e qui si stabilirono le prostitute.

Il fenomeno noto come raamprostitutie (prostituzione della finestra) è emerso negli anni '30. l'ultimo secolo. Le ragazze cominciarono ad affittare piccole stanze ea chiamare i clienti dalla finestra. Nel 1994 è stato istituito un centro di informazione sulla prostituzione, che ha anche iniziato a organizzare tour del quartiere a luci rosse.

Entro la fine del XX secolo. la prostituzione in Olanda è stata legalizzata, ma dopo qualche tempo il movimento contro la tratta di esseri umani si è intensificato nel Paese. Nel 2007 a De Wallen è stato eretto un monumento in bronzo dedicato alle prostitute. Si chiama "Bella".

belle

Non ci sono solo negozi importanti nel quartiere, ma anche teatri del sesso. Nel 2014 è stato aperto il Museo della prostituzione (su Segreti a luci rosse - Museo della prostituzione). Si trova in un ex bordello a Oudezijds Achterburgwal, 60H. Introduce i visitatori alla storia e alla vita attuale delle prostitute.

Teatri

Ad Amsterdam ci sono molti teatri di vari orientamenti e generi. Qui puoi vedere l'opera, il circo, gli spettacoli teatrali, ascoltare il jazz, ammirare il gioco dei mimi.

Stopera

Il teatro principale dell'opera e del balletto è la Nationale Opera Stopera, che si trova ad Amstel, 3.

L'edificio è interessante perché all'interno delle sue mura si trovano l'amministrazione comunale e il teatro dell'opera. La combinazione di queste due parole ha dato al teatro il nome attuale - Stopera. L'edificio è stato costruito nel 1988 - e ora è il principale teatro del paese. Potete vedere le sue esibizioni qui:www.operaballet.nl, è meglio acquistare i biglietti in anticipo.

Ci sono molti altri teatri molto interessanti nella capitale dei Paesi Bassi. I più famosi sono:

  • Stadsschouwburg - il primo teatro dell'opera di Amsterdam, è apparso nel 1774. Ora si trova in un edificio costruito nel 1890. Qui vengono messe in scena non solo opere classiche, ma anche opere moderne, spettacoli teatrali e balletti. Ad esempio, qui puoi vedere le Cronache di Narnia. Situato Stadsschouwburg ad Amstel, 3.stadsschouwburgamsterdam.nl;
  • Il Concertgebouw è una delle più belle sale da concerto dei Paesi Bassi. Situato a Concertgebouwplein, 10.www.concertgebouw.nl;
  • Royal Theatre Carre (Koninklijk Theatre Carre) - è specializzato in una varietà di spettacoli. Qui puoi assistere a spettacoli di vario genere: opera, spettacoli comici, balletti, musical, circo, festival teatrali. Indirizzo: Amstel 115/125.carre.nl;
  • Teatro estivo all'aperto (Het Vondelpark Openluchttheater) - aperto dal 5 maggio all'11 settembre, venerdì, sabato, domenica. Gli spettacoli sono gratuiti. Questi sono spettacoli comici, spettacoli circensi, concerti, spettacoli per bambini, spettacoli vari. Situato nel centro del Vondelpark.www.openluchttheater.nl;
  • Bimhuis - Il jazz e il teatro musicale improvvisato si trovano a Piet Heinkade, 3.bimhuis.com;
  • Il teatro della pantomima Het Veem è l'unico teatro del suo genere nei Paesi Bassi. I migliori mimi del mondo si esibiscono qui e puoi vedere un misto di pantomima con balletto, clownerie e spettacoli tradizionali. Il teatro della pantomima si trova in Van Diemenstraat, 408-410veem.house.

Zoo

Ingresso principale azoo Artis(Artis Zoo) si trova in Plantage Kerklaan 38-40, a un chilometro e mezzo dalla piazza principale. Fu fondata nel 1838. Poi fu realizzato un giardino in un luogo fuori città e iniziò la costruzione di nuove strutture.

I primi abitanti dello zoo furono cervi, scimmie, pappagalli. Poi apparve una iena, un elefante, un boa constrictor. Quando Artis Zoo ha compiuto cento anni, a causa della difficile situazione finanziaria, era quasi chiuso. Durante la guerra fu gravemente danneggiata dai bombardamenti. Dopo la fine delle ostilità, lo zoo è stato restaurato e nel 1988 è stato aperto qui un planetario.

Zoo Artis

Attualmente, l'area di Artis Zoo è di 14 ettari, dove crescono più di 200 tipi di flora, 900 specie di uccelli e animali vivono da diversi lati della terra. Inoltre, ci sono campi da gioco per bambini, ristoranti, caffè. Periodicamente vengono organizzati vari eventi culturali.

it_ITItaliano